Power Africa

112747155-da90d8f8-082a-434b-90b3-d6f7aa1a0b20

Dal Sudafrica Obama annuncia un nuovo piano energetico per l’Africa. Gli Stati Uniti mettono sul piatto 7 miliardi di dollari per contribuire all’ammodernamento della rete elettrica della fascia sub-sahariana. Il Power Africa Plan prevede di raddoppiare la rete elettrica nell’arco di cinque anni. (repubblica.it)

Questo intervento segna il cambio della strategia diplomatica statunitense nei confronti del continente nero. A tal proposito vi invito a leggere l’interessante analisi di James Wan pubblicata sul sito del quotidino inglese the guardian.

Advertisements

Ditelo con un’infotografica

No, non si tratta di un errore, ho proprio scritto infotografica, ovvero un tipo di infografica che combina l'immediatezza comunicativa e la cura nel design grafico all'elemento fotografico.

Mai pensato di realizzare un grafico a torta con le forme di formaggio o un digramma a barre con la plastilina colorata? Questi sono solo alcunidegli spunti suggeriti dalla tecnica dell'infotografica, in cui gli oggetti di uso comune vengono trasformati in elementi grafici esplicativi, trovando una propria dignità comunicativa all'interno di uno spazio analogico-digitale.

Cercando sui motori di ricerca alla voce infotographics è possibile trovare alcuni interessanti lavori nati dall'incontro tra designer e fotografi (non lasciatevi deviare dall' inquisitorio “cercavi forse: infographics ?” di Google). Attraverso una rapida ricerca ho trovato alcuni link d'interesse: il primo è un board su Pinterest con alcuni esempi di infotografica raccolti da Erik Ragni; il secondo link che propongo è il sito Fat or Fiction, un lavoro d'informazione grafica realizzato a sei mani che offre una comunicazione visiva davvero ghiotta ed efficace sul valore nutritivo di diversi alimenti.

Per concludere, penso che l'infotografica sia uno strumento comunicativo con enormi potenzialità, sia dal lato del marketing strategico che da quello della comunicazione pubblicitaria, capace di offrire al ricevente del messaggio una sensazione di tangibilità informativa e di ampliare la varietà stilistica degli strumenti di infografica.

 

Premio Natura

Unknown

Premio Natura arriva quest’anno alla terza edizione. Nelle passate edizioni son stati premiati 16 tra prodotti ed enti.

Premio Natura è un Premio organizzato da Città Verde, una società che ha tra i soci Jacopo Fo che presenta ogni anno, assieme ad altri personaggi dell’arte e della cultura, i vincitori nel corso di una trasmissione in diretta web. Secondo Jacopo “Il successo di Premio Natura è dovuto al successo dei prodotti che premia”

Un Premio nato per favorire il successo dei prodotti più meritevoli dal punto di vista ambientale. Una ricerca ha dimostrato che l’atteggiamento degli italiani diventa molto più favorevole verso i prodotti o servizi garantiti dal marchio Premio Natura. Così, ad esempio, la pubblicità garantita dal marchio del Premio ottiene la fiducia del 77% degli italiani, senza solo del 46%.
Un Premio di utilità sociale e che per questo ha trovato subito l’appoggio di importanti media partner come i settimanali  ‘A’ e “Oggi”, il summit in diretta web Ecoshow, il mensile Espansione, la tv su Sky Diva Universal.
Un Premio del quale parlano anche gli altri mezzi di informazione. Hanno parlato del Premio e dei vincitori tra gli altri anche Repubblica, la Stampa, Radio Rai, Libero, il Tempo, Adn Kronos, Tg Com 24…

Raccolte le candidature un Comitato composto da  docenti universitari  e giornalisti deciderà quali prodotti o servizi hanno i requisiti per partecipare all’attribuzione del Premio.

Su questi si pronunceranno gli italiani, attraverso una ricerca che coinvolgerà un campione di 10.000 persone e che servirà ad eleggere i vincitori di ciascuna categoria merceologica che avranno il diritto di utilizzare il marchio del Premio per tutto il 2014.

premionatura.it

Brezza di Tir

27239

Qualcuno aveva parlato a lezione dello sfruttamento dell’energia eolica prodotta dal trasnito dei Tir in autostrada.

Il progetto è del 2010 ed è stato ideato dalla Atea una star up di La Spezia.

Nel 2012 hanno vinto il contest Enel lab, un concorso dedicato alle piccole imprese che sviluppano idee innovative nel settore energetico.

Attualmente Atea sta testando le pale ad asse verticale lungo un tratto della A4, all’altezza di Desenzano del Garda. Ai posteri l’ardua sentenza sulla sua effettiva efficacia. C’è però da precisare che l’obbiettivo realistico che si pone Atea è quello di creare un parco eolico che renda energicamente autosufficiente il sistema autostradale. Infatti queste pale non possono certo produrre dei quantitativi di energia troppo elevati.

Per maggiori informazioni consiglio questo articolo della Stampa.

Ferrero Rocher: un caso di image building per il mercato cinese

China Digital Times ha pubblicato un'interessante analisi della strategia adottata da Ferrero per promuovere i suoi Ferrero Rocher sul mercato cinese. Questo caso dimostra come anche per un prodotto occidentale affermato, quasi iconico, s'imponga l'adozione di un approccio comunicativo calibrato sul contesto cinese, sia per quanto riguarda l'identificazione dei competitor locali, sia dal lato della comunicazione digitale.